IMPLANTOLOGIA GUIDATA

L’implantologia guidata permette un nuovo approccio all’implantologia, enfatizzando la precisione del processo chirurgico e la prevedibilità dei risultati del trattamento, quindi offrendo molti vantaggi per i pazienti che hanno paura del dolore.

Quasi sempre la mancanza dei denti, l’utilizzo di protesi mobili e l’età avanzata determinano atrofia delle ossa mascellari che normalmente rende difficile o impossibile eseguire trattamenti implantoprotesici classici. L’implantologia guidata dal computer riesce, invece, a dare risposte anche in casi estremi come questi poiché sfrutta anche i più minimi residui di osso.

L’Implantologia Computer Guidata ha determinato una svolta epocale nel mondo dell’odontoiatria: per mezzo delle più avanzate tecniche di chirurgi offre ai pazienti piani di trattamento capaci di trasformare i denti di una dentiera mobile, in una sola seduta, in denti fissi sostenuti da impianti, senza rischi e con la possibilità di utilizzo immediato.

L’ausilio delle guide ottenute con la stereolitografia computerizzata riesce a rendere l’implantologia osteointegrata una tecnica semplice e applicabile in quasi tutte le situazioni cliniche, anche in presenza di gravi atrofie delle ossa mascellari laddove l’implantologia tradizionale, cioè effettuata a mano libera, renderebbe questi interventi molto difficili o addirittura impossibili anche per mani esperte.
Infatti garantisce una maggiore predicibilità dei trattamenti, con minore invasività; il sanguinamento è praticamente assente così come è assente il discomfort post-operatorio.

IL TRATTAMENTO

La maggior parte del lavoro viene eseguito fuori della bocca del paziente, in sua assenza. L’intervento è progettato al computer mediante un software 3D dopo l’esecuzione di una denta-scan (TAC delle ossa mascellari), utilizzando una mascherina radiologica che verrà trasformata in mascherina chirurgica la quale garantirà un inserimento dell’impianto dentale preciso e guidato.

Un ruolo importante è svolto dall’odontotecnico che, in stretta collaborazione con l’odontoiatra, dovrà affiancarlo e seguire le sue indicazioni fin dal primo momento, progettando i denti adeguati al caso specifico.

Con i dati raccolti dall’esame TAC si effettua sul computer un intervento virtuale in tre dimensioni posizionando nel modo più opportuno gli impianti, tenendo conto di tutte le informazioni comprese quelle estetiche.
Il risultato virtuale e la pianificazione possono essere preventivamente mostrate al paziente attraverso il computer.
Il posizionamento virtuale degli impianti verrà registrato e trasmesso in un file che, inviato alla casa madre, consentirà di realizzare una guida stereo litografica che sarà usata nella chirurgia per guidare in sicurezza la mano del chirurgo.

Nella seconda seduta si effettua l’intervento chirurgico con la guida e il paziente viene dimesso dopo qualche ora con la protesi fissa su impianti già funzionanti. Di norma saranno sufficienti circa due mesi per la completa osteointegrazione degli impianti.
Trascorsi questi mesi si finalizza il lavoro nel corso di altri 2 o 3 appuntamenti conclusivi con sedute di sole verifiche, durante le quali si ottimizzano la funzione e l’estetica della protesi definitiva.

L’implantologia guidata è adatta tutti?

L’implantologia guidata dal computer è particolarmente indicata per i pazienti normalmente considerati a rischio di insuccesso.
Si tratta di una metodologia che consente di operare in grande sicurezza e con precisione sub millimetrica accurata, accorciando di molto i tempi di trattamento e quindi adatta e consigliabile a tutti.

 

Implantologia Guidata, dentista Prato e Milano